Archivio tag | tour

Tutte le tappe del tour calabrese per il cantautore Michelangelo Giordano

michelangelo giordanoTorna ad esibirsi nella sua terra natia con la sua musica ricca di sonorità folk etniche e ritmi popolari mediterranei il cantautore reggino Michelangelo Giordano.La prima data in Calabria è stata sabato scorso per l’occasione il cantautore reggino, insieme alla sua band, si è esibito sul palco della V Sagra Antichi Sapori in Piazza Municipio a Gallina di Reggio Calabria. La serata, organizzata dall’Associazione “La Quattordicesima” e patrocinata dal Comune di Reggio Calabria, è stata anche  un’occasione per conoscere e gustare i sapori, i suoni ed i colori tipici calabresi. Domenica tappa all’evento “Musicalmente Show” nel cuore della suggestiva città di Tropea (VV) ed il 5 agosto ancora un’altra data nella sua Reggio Calabria con un concerto unplugged a Gallico alle 21. Inoltre, durante l’estate, Michelangelo sarà l’ospite musicale del famoso concorso musicale “Miss Italia” nelle varie tappe regionali della Basilicata. Il tour estivo si chiuderà poi con un grande evento presso il centro storico di Reggio Calabria in una location di grande rilevanza storica e culturale.

Lady Gaga: «Emma, la mia sedia a rotelle»

Lady-Gaga-Terry-Richardson-200x300«Vi presento Emma, la mia sedia a rotelle». L’annuncio è volato su Twitter, con tanto di foto illuminante. Così Lady Gaga, mostra a tutti i fan la sedia a rotelle, fedele compagna di questo periodo di convalescenza dopo l’operazione all’anca che l’ha costretta a cancellare le venticinque date del tour “Born this way ball”. Si tratta di una edia a rotelle d’oro a 24 carati, con tanto di seduta in pelle nera.

Lady Germanotta ha commissionato l’accessorio niente meno che allo stilista israeliano Ken Borochov, fondatore del brand di lusso Mordekai. Si tratta di un oggetto di design creato per venire incontro alle richieste dell’esigente proprietaria, ossia di potersi sdraiare in caso di necessità. E’ dotata di tettuccio removibile, sempre in pelle nera che si rifà, a sentire il designer Borochov, alle giacche da motociclista che, tra l’altro, molto all’artista statunitense. Per il resto, nel realizzare il modello, il designer si è ispirato a un trono (immancabile per una regina come Lady Gaga) ed è per questo che tutte le parti in metallo sono state placcate in oro.

Sembra sia stato un lavoro faticoso, considerato che la richiesta di Lady Gaga è giunta inaspettata e si è dovuta concretizzare in appena una settimana, ma probabilmente molto redditizio dal punto di vista economico, anche se il prezzo dell’opera (“Emma” per la cantante e Chariot “carrozza” dal suo ideatore) resta secretato.

L’annullamento del tour ha pesato molto sulla psiche della pop star che ha confessato di essere per questo molto provata, chiedendo poi apertamente perdono a tutti gli ammiratori
«Spero possiate perdonarmi, perché io non riesco a perdonare me stessa. Sono triste e devastate. Spero guarisca presto. Odio questa situazione così tanto. Vi voglio bene e vi chiedo scusa». E ad una pop star così si può veramente perdonare tutto. Anche perché, in questa situazione, le cause sono state di forza maggiore.

Gabriella Lax

Tutti i diritti riservati. Senza l’autorizzazione è vietata la riproduzione in qualsiasi forma.

Lady Gaga operata, tour interrotto

lady-gaga
«Speravo di guarire e lo avevo nascosto al mio staff. Non volevo deludere i miei fan, ma dopo la performance di ieri sera non sono riuscita più a camminare dal dolore». Lady Gaga è umana e deve arrendersi all’evidenza. La pop star americana dalle origini italiane è stata costretta ad interrompere il tour “Born this way” per motivi di salute. Dispiaciuta la star ha mostrato ai fan su Twitter tutto il suo rammarico e la sua tristezza. La diagnosi ufficiale è stata data dal suo portavoce che ha spiegato che la cantante «ha una lesione all’articolazione dell’anca destra e necessita, secondo i medici, di una operazione per risolvere il problema e di un lungo periodo di tempo per il recupero».

E’ stato un brutto giorno di San Valentino, un giorno che Germanotta non dimenticherà facilmente. All’inizio la cantante aveva deciso di annullare solo quattro date tra quelle previste nel tour che avrebbe dovuto terminare il 20 marzo a Tulsa, in Oklahoma. Dopo l’intervento sarà necessario un lungo periodo di riposo per ricominciare. Sono già disponibili i rimborsi per i biglietti dei concerti acquistati dal pubblico. La star aveva annullato le date di Chicago, Detroit e Hamilton, ma considerato che i problemi sono più seri del previsto, lo stop, almeno per il momento, è a tempo indeterminato. Un 2013 che per la star americana non è iniziato secondo i migliori auspici.

La vicenda del doloroso incidente di Lady Gaga si tinge di mistero perché il veggente libanese Michel Hayek (che aveva previsto l’esplosione dello Shuttle e la morte di Lady Diana) ha fatto una macabra profezia, oltre ad un nuovo attacco agli Stati Uniti, ha previsto nel 2013 anche la morte di Germanotta. Tutti pronti a fare gesti scaramantici, soprattutto i fan di Lady Gaga.

Gabriella Lax

Tutti i diritti riservati. Senza l’autorizzazione è vietata la riproduzione in qualsiasi forma.

L’Antonacci “liberato”

Antonacci a piazza Del Popolo (Reggio Calabria)

“Liberatemi”. E Biagio Antonacci sul palco dell’Arena di Verona aveva irretito tutte ed era bastato solo uno sguardo; compresa una giovane Federica Panicucci, dai “biondi capelli dorati” e lunghi che, a stento, riusciva a tenere stretto il suo entusiasmo nel consegnargli il premio di “Cantante rivelazione”. Erano i primi anni Novanta. Antonacci cantava e, soprattutto, scriveva canzoni per tanti artiste ed artiste italiane ma, fino a quel momento, il successo era un sogno proibito, chiuso in un cassetto e non prendeva forma. Aveva i capelli lunghi lunghi e la barba incolta, e somigliava al mio amore, selvaggio e romantico, in quel periodo.

Ve lo ricordate? “Se io, se lei – adesso dove sei…?”. E quanti pianti mi farò fatta ascoltando quella musica struggente e disarmante di un amore ormai finito. Lo preferisco adesso, anni ed anni dopo, rasato mentre imbraccia la chitarra semiacustica e grida al mondo “Non vivo più senza te”. Anche se è poco credibile. Ha la faccia del farfallone lui, ma sa veramente come ci si comporta su un palco. Lontano dagli eccessi fuori luogo, affascinante come il più generoso dei nobiluomini. Il suo canto pizzica, con la pizzica, le corde vocali ed esprime passione e sensualità, ma con quel tocco di romanticismo che non fa dimenticare l’amor cortese. Ovvio che le donne non capiscono più nulla. Senza distinzioni d’età, dalle ragazzine alle signore più mature.

Ma noi, che riusciamo a mantenere quel briciolo di distacco che non guasta, possiamo comunque complimentarci con questo cinquantenne che, qualche sera fa, ha fatto ballare, divertire, cantare a squarciagola più di tredicimila persone in una piazza. «Erano anni che cercavo di ritornare a Reggio Calabria – confessa stando in bilico sulla lunga pedana che lo porta nel cuore del pubblico – questa terra ha questa forza, il nostro clima qui al Sud permette, anche in un tour invernale come questo, di fare uno spettacolo all’aperto. E l’amore ha questa forza. Mi rimarrete negli occhi come un grande regalo. Stasera dovete tornare a casa senza voce. Innamorati».

Trova spazio anche per le critiche alla situazione attuale di sfacelo economico «Il guaio dei politici è che non si interessano alle famiglie italiane, le lasciano abbandonate a se stesse, nelle difficoltà».Ma al centro dell’universo del cantautore c’è soprattutto la donna, con le sue mille sfaccettature. Da “Iris”, ad “Alessandra” ed “Angela”, passando per le descrizioni di protagoniste che non hanno nome, come in “Sognami”, ma che restano ritratti vivi e presenti agli occhi degli ascoltatori.

Gabriella Lax

Rolling Stones in tour anche nel 2013?


Sono passate poche ore dall’annuncio dei Rolling Stones delle imminenti date del tour 2012, dal titolo «50 and counting» (50 e non è finita) ed i fan presi inizialmente dalla gioia, sprofondano nella disperazione. Il tour comprende quattro date a suggellare i cinquant’anni di attività della band che ha rivoluzionato il modo di fare rock and roll, a partire dal lontano inizio, il 12 luglio del 1962, nel fumoso al Marquee Club, un locale londinese in Oxford Street.
Sono solo quattro le date previste: il 25 e 29 novembre alla London’s O2 Arena e il 13 e 15 dicembre al Prudential Center di Newark, in New Jersey, fuori New York.
In un repentino moto di esaltazione, gran parte dei fan si è catapultata on line per bloccare il biglietto e, a questo punto, è subentrata la disperazione. A quanto pare valgono oro i ticket, hanno prezzi da capogiro. Le prevendite ufficiali partono da costi che si aggirano dai 130 ai 500 euro, ma i primi furbetti li stanno già rivendendo in rete a 3000 euro, senza pensare che il conto deve comprendere anche viaggio e soggiorno per chi si dovrà recare all’estero.
Mick Jagger, Keith Richards, Charlie Watts e Ronnie Wood tornano quindi ancora una volta insieme e si preparano al tour con la pubblicazione dell’ultimo lavoro, il prossimo 13 novembre, un greatest hits, registrato a Parigi, dal titolo «Grrr!» che mette insieme i loro più grandi successi con l’aggiunta dei due inediti “Doom And Boom” e “One Last Shot”.
Certo i fan più fedeli non troveranno ostacoli a celebrare ugualmente i loro amori musicali. Una cosa è certa: dopo oltre mezzo secolo d’attività, dopo le provocazioni d’ogni genere, c’è il serio rischio di non rivedere più la formazione dei quattro vecchietti tremendi strimpellare e saltare in palcoscenico. Conviene affrettarsi, ma niente paura.

Per chi trova improponibili questi prezzi c’è un barlume di speranza che possano esserci grosse novità. Che il tour possa cioè proseguire con altre date anche nel 2013 perché come fanno notare gli affezionati, in realtà, i Rolling Stones veri, quelli pronti alla cavalcata verso il successo, vennero fuori solo nel 1963 quando cioè Charlie Watts entrò ufficialmente nel gruppo sostituendo il batterista Tony Chapman.

Gabriella Lax