Archivio tag | Superbowl

Beyoncé il 18 maggio live a Milano

beyonce_439--439x550Concerto italiano per la popstar Beyoncé. La serata americana della finale del Superbowl è stata l’occasione per esibirsi (questa volta rigorosamente dal vivo, al contrario di quanto era accaduto per la festa per l’insediamento del presidente Barach Obama) e di annunciare i live in giro per il mondo. Dunque, dopo tre lunghi anni di assenza dalle scene musicali, la ex Destiny’s Child, con 75 milioni di dischi venduti, torna per “The Mrs Carter Show World Tour” che partirà dall’Europa il 15 aprile prossimo e approderà in Italia a Milano, il 18 maggio al Mediolanum Forum di Assago. Nella stessa occasione la Parkwood Entertainment ha annunciato da New York le tappe del tour, in 20 città europee tra cui Dublino, Berlino, Parigi e quattro serate alla O2 di Londra.

Le prevendite sono già iniziate. Tornando alla performance in Louisiana, Beyoncé non ha percepito un centesimo: secondo la politica della National Football League, non è previsto alcun compenso per gli artisti scelti per cantare davanti a una platea di milioni di telespettatori. E’ giallo invece sulla storia del vestito che ha indossato Beyoncé per l’occasione e, a tal proposito, nascono leggende metropolitane.

Sulla rete circola incessantemente la voce che si tratti di un abito confezionato da una sarta italiana di Faenza che preferisce restare anonima (il suo nome è Roberta) e che già in altre occasioni aveva cucito in segreto abiti per vip. Ufficialmente, l’abito corto, un corpetto nero in pelle, in un trionfo di pizzi, merletti e calze parigine, tutto in perfetto stile amazzone, sarebbe stato partorito dallo stilista Rubin Singer. Quello che non è giallo invece è verde, come la rabbia degli animalisti su tutte le furie che hanno protestato per il materiale di cui l’abito era fatto. Peta è sceso in campo lamentandosi che il microscopico costume della cantante era fatto di pitone, iguana e mucca.

Gabriella Lax

Tutti i diritti riservati. Senza l’autorizzazione è vietata la riproduzione in qualsiasi forma.

Bar Refaeli paparazza per un giorno

bar2Come si addice ad ogni star/stella/vip che si rispetti, era stata lei a far impazzire i passanti, pronti a cliccare su telefonini e i phone per immortalare la stupenda modella di passaggio. Bar Refaeli è una prezzemolina niente male ma, dalla sua parte, ha un carattere giocoso e brillante che poco appartiene a donne abituate ad avere il mondo ai loro piedi. Pensate che alla presentazione di Barcellona Fashion Week, qualche giorno fa, si è presentata impeccabile (look total black e tronchetti ai piedi) e sorridente ed è stata lei la simpaticona che, telefonino alla mano ha paparazzato i fotografi, regalando così una perfetta lezione di stile a tante colleghe che prendono la vita un po’ troppo sul serio e non perdono occasione per fare le dive.
Ma un’altra scena più divertente è stata la pubblicità registrata per GoDaddy.

La biondissima modella israeliana, per pubblicizzare una delle aziende che si è aggiudicata un posto tra gli spot che vanno in onda durante la finale del Superbowl americano, ha baciato appassionatamente un nerd (interpretato dall’attore Jesse Heiman). E non è stato facile se pensate che, per avere una ripresa perfetta, ci son voluti 45 ciak. La pubblicità di GoDaddy, società di hosting online, sullo stile de “La pupa ed il secchione”, evidenzia due lati dell’affaire: a Bar tocca quello sexy ed accattivante e poi c’è quello intelligente, del nerd che crea un sito web perfetto.

Gabriella Lax

Tutti i diritti riservati. Senza l’autorizzazione è vietata la riproduzione in qualsiasi forma.