Archivio tag | shopping

Piccoli “tesori” firmati Mariotto

Mariotto-Nannini-borseHa tratto in inganno in molti il fatto di averlo visto tra le poltrone di “Ballando sotto le stelle”. Guillermo Mariotto, in realtà, è molto di più che un severo giudice del sabato sera. Ha sempre vissuto nel cuore della moda, vanta collaborazioni con Dolce & Gabbana, Basile e Krizia ma, soprattutto, è stato per tantissimo tempo legato al marchio “Alta moda Gattinoni”.

Per questo conosce alla perfezione e sa farsi portatore dei desideri modaioli di tante donne. Riaccende il suo amore mai sopito Mariotto e, da qualche settimana, esce in passerella con la sua collezione di accessori Primavera/Estate 2013. Un lavoro frutto del sodalizio con Nannini, decennale azienda fiorentina, realtà consolidata del Made in Italy per la riconoscibilità del marchio e l’alta qualità dei prodotti che sarà la licenziataria del marchio per borse e piccola pelletteria.Ed è una mappa del tesoro lo sfondo scelto dal designer venezuelano per sottolineare la preziosità delle sue creazioni, arricchite da monili “fiorino” (che riportano alla Nannini) che si trasformano in piccoli charms da indossare. Il pezzo principale della collezione è certamente l’amata borsa secchiello, e poi ci sono anche shopping, pochette, zaini e mini zaini, weekend bag.

Tutto pensato per le donne dinamiche, per accompagnarle nei brevi viaggi senza mai far perdere la bussola dell’eleganza. E ancora a far da corredo alla piccola collezione di meraviglie ecco portafogli, trousse, portachiavi e cinture. Le più fortunate potranno sfoggiare la glam-edition, pensata in gauffré stampato con dettagli in cocco. Per la distribuzione i prodotti non si limiteranno all’Italia ma spazieranno in Europa, Russia, Medio ed Estremo Oriente.

Gabriella Lax

Tutti i diritti riservati. Senza l’autorizzazione è vietata la riproduzione in qualsiasi forma.

O la borsa o la vita

Immagine

“I briganti ti chiedono o la borsa o la vita. Le donne vogliono tutt’è due”. La frase di Samuel Butler scopre, in tutta la sua verità, l’importanza per le donne dell’accessorio per eccellenza la borsa. Ogni donna vi porta dentro non solo il necessaire, ma tutto il suo mondo.

Per questo la borsa assurge a simbolo di femminilità. Dunque aprire la borsa di una donna è scoprirne l’anima. La borsa da accessorio diviene compagna di vita. Gli uomini non sentono la necessità di portarsi dietro mille oggetti (magari inutili) e per uscire di casa basta loro un portafogli e le chiavi. Per il gentil sesso invece, la borsa è un mondo che vive a sé e che, non a caso, la dice lunga sulla personalità di chi la indossa. Mini o maxi, a spalla o a tracolla, poco importa, la borsa è il punto focale di ogni outfit e riesce a vivere di vita propria. Gli occhiali danno risalto al viso e all’incarnato, il foulard al collo ma la borsa è unica ed indipendente, non si può decidere di privarsene. E’ l’unico elemento capace di dare perfezione ad ogni donna, alta, magra, grassa o longilinea. Inoltre la borsa rappresenta uno status symbol, un accessorio dal quale non si può prescindere: le donne in carriera la scelgono griffata, ostentando successo e sicurezza; le donne giovani sognano le più celebri cult bag. La borsa racconta di chi la fa propria poiché contempla la vera psiche sia per forma, che per grandezza e contenuto. E’ molto sicura di sé, a proprio agio nella sua raffinatezza, la donna che sceglie la borsa piccola (baguette), che si sposa perfettamente col suo essere amante dell’ordine e della precisione. Chi ama indossare il borsone a tracolla è una donna di sicuro molto ansiosa che cerca sicurezza negli oggetti che la circondano. Portata di traverso e col peso sapientemente distribuito, la borsa può contenere di tutto. Il borsone con i manici  corti (specie se di vari colori vivaci), è indice di personalità moderatamente esibizionista ed estroversa. E poi confessiamolo, almeno una volta nella vita, ognuna di noi ha ceduto al fascino di una borsa storica.

Gabriella Lax