Archivio tag | pippa Middleton

(Una) Pippa anche in cucina!

PIPPA-WAITROSELa “spinta” del suo lato “b” è davvero inarrestabile. Se pure il recente passato di Pippa Middleton (sorella di Kate, moglie del principe William d’Inghilterra) sia stato caratterizzato dai disastrosi esiti di una pubblicazione (presentata in pompa magna) su come preparare i party, la regina delle feste debutta a fine mese con una rubrica settimanale, dal titolo “la festa del venerdì sera”, sulla rivista della “Waitrose”, la catena di supermercati della John Lewis.

Sembra però che questa scelta, ricaduta sulla glamour Pippa, abbia suscitato le ire funeste di tanti lettori (aizzati dai tabloid inglesi) che non hanno gradito la sostituzione della provetta cuoca Delia Smith, 71 anni, decana delle esperte dei fornelli, con 21 milioni di copie di libri venduti, per fare spazio all’inesperta e fashionista Pippa. Invano l’editore della rivista cerca di smorzare i toni della contesa, ripetendo da giorni che Pippa non è il rimpiazzo di Delia. Il magazine ha spiegato che la sorella di Kate dispenserà saggi consigli su come preparare le serate del venerdì e i lettori non potranno che «adorare il suo talento e la sua esperienza». Dubbio non v’è (per volerla dire come il mago Otelma) che l’immagine di Pippa, giovane ed aitante, possa essere fonte attrattiva “svecchiare” i proseliti della rivista che vorrebbe aprire ad un trend differente.

Per lo zoccolo duro dei sostenitori di Delia Smith, Pippa sarebbe «la solita raccomandata, premiata per aver scritto un libro d’insuccesso dove si spiegava come fare il ghiaccio o si diceva che per tostare i marsmellow ci vogliono una forchetta col manico lungo e la fiamma». Persino il giornale inglese più famoso, il Time, interviene nella vicenda, fingendo subdolamente di prendere le parti di Pippa, dileggiandola segretamente e ponendo dubbi anche sulla “stabilità” del particolare che l’ha resa celebre.

Nell’osservare da lontano la vicenda ben si comprende come in Inghilterra non vi siano grossi problemi economico sociali ad aguzzare l’ingegno, oltre che l’ultimo mal di pancia della regina…

Gabriella Lax

Tutti i diritti riservati. Senza l’autorizzazione è vietata la riproduzione in qualsiasi forma

Kate, compleanno con Vogue UK

kate-middleton-770x577
I suoi cappellini sono perfettamente inclinati di cinquanta gradi. Sono il 13% le volte in cui appare in pubblico con “pony tail” (coda di cavallo) piuttosto che con i capelli sciolti. Percentuali troppo precise? Assolutamente no visto che stiamo parlando della reale Kate Middleton d’Inghilterra, moglie del principe erede al trono William. Trentun anni appena scoccati e tutti da festeggiare.

Per questo Vogue Uk dedica alla duchessa di Cambridge un lunghissimo servizio in cui si conta persino il numero di denti in vista quando sorride, la lunghezza media del pendenti a goccia (33 millimentri) e così via. Percentuali che sembrano non annoiare per nulla gli inglesi da sempre attenti ai particolari glamour e non della famiglia reale. La giovane Kate ha il gradimento più altro per gli esponenti del reale casato con il 74% di preferenze. Chissà quale sarà il regalo da nababbi che le farà il suo principe, considerato che Kate incarna i desideri fiabeschi delle bambine di mezzo mondo. Una cosa è certa: quest’anno, con Kate in dolce attesa, non ci saranno grandi party ma solamente una cena tranquilla con i parenti. Certo perché oltre che Duchessa, Kate è una indiscussa icona di stile.

Con discreta influenza sulle sue fan consumatrici. Elegantemente sobria, lontana dagli eccessi a Kate non manca proprio nulla, neanche il buon gusto per stile e moda. Nel lontano 2006, fu segnalata da “The Telegraph” come la “new entry più promettente” nella lista delle celebrità meglio vestite dell’anno. Da allora Kate ha consolidato sempre più il suo ruolo di icona di stile, con ripercussioni molto positive sui fatturati delle griffe da lei designate.

Per la scelta degli abiti (il cui target varia dai grandi sarti e stilisti ai grandi magazzini) nell’ordine, Kate predilige in primis il blu, seguono a ruota: rosso, bianco e grigio. E gliene serviranno parecchi considerato che per il 2013 sono già segnati in agenda 86 appuntamenti ufficiali, molti dei quali a scopo benefico. Perché Kate, oltre che consorte del principe, come la suocera Diana, ambisce a diventare regina di cuori.


Gabriella Lax

Tutti i diritti riservati. Senza l’autorizzazione è vietata la riproduzione in qualsiasi forma.

Festa di Halloween perfetta con Pippa!

Philippa, o come dicevano tutti, Pippa, non ce la faceva proprio più. A parlare per lei era stato preliminarmente il suo “lato B”, a partire dalla cerimonia reale di matrimonio della sorella Catherine (amorevolmente detta Kate) Middleton, duchessa di Cambridge e moglie del futuro re d’Inghilterra, William. Pompata dalla fama del suo incantevole fondoschiena, Pippa diviene un’icona fashion, molto più della sorella Kate. Pippa viene paparazzata per ogni gesto e ad ogni sua uscita. Tutto ciò che indossa diventa un must, abiti e persino i colori che indossa. Ma non solo. Se Pippa pratica una disciplina, dal pilates al triatlon, ecco che anche lo sport diventa un modello da seguire, di tendenza.
Ma essere una guida per le fashioniste di tutto il mondo è ancora troppo poco per una giovane donna (non ha compiuto trent’anni) che ritiene di avere molto di più da offrire alla società.

Così, super Pippa, che di mestiere fa l’organizzatrice di feste, decide di mettere a frutto le ore di fatica sul lavoro e di incorniciarle in un libro, “Celebrate. Un anno di festività per famiglie e amici. Una guida completa per stagioni, semplice e di intrattenimento creativo”, Il volume, edito da Michael Joseph, è una guida per organizzare feste perfette in società, generato dall’esperienza maturata dalla giovane Pippa nella “party planning company” di famiglia.

Dunque ricette e suggerimenti per cavarsela in ogni occasione, in autunno, inverno, primavera, ed estate. Il piccolo gioiello letterario costa 16,77 sterline, a fronte delle 400 mila sterline di compenso che la sorella della duchessa di Cambrigde ha già ricevuto. Il libro già presentato, nel Regno Unito, uscirà a fine mese. Ma già i maligni lo tacciano di essere “un ritratto spietato della media borghesia che sogna di agganciarsi al castello dell’aristocrazia”. Prima che Pippa parta per il tour promozionale, che avrà il suo boom nel periodo prenatalizio, proviamo ad attingere ai suoi preziosi consigli.

Ecco la ricetta per Halloween: «Versare la zuppa bollente dentro zucche vuote, riempire le ciotole di pomodoro rosso sangue e accompagnare le portate con piccoli ragni neri di plastica nei piatti e nei bicchieri. Appendere le ciambelle su fili distesi tra gli alberi, colmare una grande tavola di coperte colorate e fatte a mano per scaldare l’ambiente, quindi riempire i prati di palloncini a forma di scheletro. Inoltre, cosa importantissima, svuotate un’enorme zucca e stipatela di lecca-lecca rivestiti con strisce di rotoli da cucina che li facciano sembrare fantasmi. Sarà il vostro enorme centrotavola». A voi il giudizio…

Gabriella Lax