Archivio tag | ottocento

Con le linee Underwear e Beachwear Furbo ripescaggio di Donatella Versace

versace1-638x425«Sono entusiasta delle nuove collezioni Versace Underwear e Versace Beachwear, entrambe sono pensate per uomini e donne che vogliono essere forti e sexy. Assolutamente Versace!». (Donatella Versace).
A partire dalla collezione primavera/estate 2013, la maison Versace lancerà “Bronzi di Versace” di Underwear e Beachwear per uomo e donna. Diciamoci la verità. Non è proprio un accostamento originale ed innovativo. Negli anni Ottanta, lo stilista fondatore del marchio, aveva già proposto il beachwear femminile, poi abbandonato.

L’accostamento tuttavia incarna un ideale di bellezza, nel senso più alto del termine, che per decenni Gianni Versace aveva perseguito. Mi riferisco la parallelismo tra la linea Versace ed i Bronzi di Riace. Scultorei, quasi marmorei i modelli della linea del packaging di Versace Underwear, con le immagini dei modelli Ryan Barrett e Candice Swanepoel, scattate da Mert Alas e Marcus Piggott, è stato realizzato sotto la guida artistica di Giovanni Bianco.
«Bronzo di Vercace, bronzo di Versace, come nella canzone di Fabrizio De Andrè “Ottocento”». Quella volta avevo dovuto farmi ripetere il concetto più di una volta. Santo (Versace) al telefono ha quel suo tono calmo, quel modo di parlare piano piano… che non sempre risulta comprensibile per le orecchie abituate a discernere nel frastuono.

Quello che la Magna Grecia ha rappresentato per lo stilista di Reggio Calabria è molto chiaro. Le greche come fantasie predilette, la scelta della “medusa” che diverrà poi simbolo immortale della maison. Tornano tutti questi simboli, insieme alle stampe iconiche, nelle fantasie dei costumi e dell’intimo, naturalmente rivisitate e riadattate. I modelli, 95 pezzi beachwear e 75 underwear per la donna e 65 beachwear e 50 underwear per l’uomo, disegnati, prodotti e distribuiti internamente all’azienda, sono già disponibili nelle boutique Versace e in selezionati negozi specializzati.

Aveva già fatto bottino degli archivi della maison per riproporli in armonia col colosso svedese H&M, quello dei bronzi è un furbo ripescaggio, di quelli per intenderci, ai quali Donatella Versace ci ha abituati negli ultimi anni. Atteggiamenti di mercato nei quali la Versace mostra l’occhio attento del commerciate più che la mente aperta dello stilista. La speranza è che non sia sinonimo di mancanza di fantasia sul campo perché quanto all’originalità quella si è già persa da tempo.

Gabriella Lax

Tutti i diritti riservati. Senza l’autorizzazione è vietata la riproduzione in qualsiasi forma.