Archivio tag | lingerie

Gattinoni, ad “Alta Roma” in 3D

Roma - Moda. Altaroma, sfilata di GattinoniSfilata futuristica, da vedere rigorosamente con occhiali 3D. Guillermo Mariotto stupisce gli affezionati di Gattinoni alle sfilate “Alta Roma” per gli abiti primavera estate, nel salone d’onore del Museo delle Arti e Tradizioni Popolari dell’Eur, lo stesso posto che ospita la mostra di abiti delle maison storiche italiane, ideata da Stefano Dominella, “La seduzione dell’artigianato – ovvero: Il Bello e Ben fatto”.

«A disegnarli sembra facile, ma per realizzarli ci vogliono cinquecento mani» ha esclamato lo stilista sudamericano, a margine della presentazione. Dunque, quando la moda sposa la tecnologia, come in questo caso, sulle passerelle si alternano nuovissime sperimentazioni sartoriali, tra cui originali ricami in 3/4D, tessuti manipolati al computer grafica, macro gioielli a forma di trono di sovrano e fiabesche scarpe di Cenerentola, o di carrozza-zucca. Merletti, pizzi e trasparenze per una collezione dai motivi altamente surrealisti.

Il tutto per dar vita a lavorazioni tridimensionali, sulle modelle trasformate in eteree damine di un’immaginaria scacchiera di Alice nel Paese delle meraviglie. Ed altre strabilianti e sensuali sorprese le riserva la lingerie. Guillermo Mariotto disegna sottovesti preziose da notti di fuoco su di una nave misteriosa, leggere vestaglie in organza e satin con volant e ricami che sembrano appena uscite da una nuvola.

Gabriella Lax

Tutti i diritti riservati. Senza l’autorizzazione è vietata la riproduzione in qualsiasi forma.

Gli anni Cinquanta con la lingerie di Bar

passionataE la bellissima Bar Refaeli ci ricasca. Nel giro di poche settimane la ritroviamo di nuovo testimonial di un colosso della lingerie. E con un corpo perfetto come il suo (è di qualche giorno fa il tweet in posa sul tappetino della palestra), i motivi per cui è richiestissima modella di intimo forse riusciamo ad immaginarli.

Dopo essere stata una super sexy “Babbo Natale” per la collezione targata “Under me”, eccola indossare la biancheria di un altro marchio di intimo, “Passionaria”. Questa volta la splendida Refaeli ha l’arduo compito (che, a conti fatti, le riesce benissimo) di tornare indietro nel tempo, alla moda di più di mezzo secolo fa. Non lasciatevi ingannare, qui non ci riferiamo di certo alla gonne a ruota e neanche solo al fazzolettone annodato in testa come un cerchietto, con pochi veli Bar Refaeli riporta in auge la lingerie sobria ed elegante ma molto sensuale targata Anni Cinquanta.

La modella israeliana si mette in mostra (poco) vestita, in una serie di scatti dove posa, proprio come una casalinga degli anni Cinquanta, con i panni da stendere ad asciugare al sole. E ancora sensuale navigatrice, o carinissima in con le tip toe rosse, utilizzate per dare una ripulita al giardino, la super modella mostra di saper andare anche a pesca coi tacchi, e ancora, gioca a tennis in gonnella e reggiseno; e la scopriamo ragazza di campagna con l’immancabile cappello di paglia e bicicletta, e ancora ad accudire il cane con l’intimo rosa. Stile retrò ma pur sempre molto sexy. Un’immagine fresca, per una vita da prendere, non dimentichiamolo mai, all’insegna della leggerezza.

Gabriella Lax

Tutti i diritti riservati. Senza l’autorizzazione è vietata la riproduzione in qualsiasi forma.

Bar Refaeli, sexy “Babbo Natale”

c_2_articolo_1073276_listatakes_itemtake_0_immaginetakeIl primato di “Babbo Natale” più sexy va senza dubbio a Bar Refaeli. Ci avevano provato qualche giorno fa, le aspiranti miss Universo a Las Vegas a travestirsi da Santa Claus, col tanto di berretto rosso e pon pon, ma la super top model israeliana le ha certamente superate tutte. E l’occasione buona è stata rappresentata dallo spot, recentemente realizzato per la campagna pubblicitaria dell’intimo “Under Me”, in cui la Refaeli, imbacuccata da Babbo Natale, improvvisa un divertente strip tease per le strade di New York, lascia a bocca aperta gli spettatori rimanendo in slip. Con la camminata sexy e lo sguardo ammiccante, furbe inquadrature del suo lato “b”, il cortometraggio di circa un minuto ed ha fatto già il boom di contatti e di visite su Youtube.

Il rovescio della medaglia è che tutta la storia della pubblicità non è stata ben accolta nel paese d’origine dell’ex di Leonardo Di Caprio. Già qualche tempo fa avevano destato scandalo le dichiarazioni secondo le quali la Refaeli si mostrava orgogliosa di non aver prestato servizio militare (come si confà a uomini e donne in Israele).

Adesso è il “Jerusalem Post” a lasciare chiaramente intendere che i fan della modella non avrebbero gradito il travestimeno di Bar che fa riferimento alla religione cristiana e che quindi “tradisce Israele”. La critica che le viene mossa è sembra le interessi poco della sua Patria”. E ciò nonostante di recente, durante il riacutizzarsi del conflitto a Gaza, la Refaeli avesse twittato di «pregare per la sicurezza dei cittadini di entrambe le fazioni».

Gabriella Lax

Tutti i diritti riservati. Senza l’autorizzazione è vietata la riproduzione in qualsiasi forma.

Sotto il vestito …l’intimo

Immagine

C’è ma non si vede. La lingerie, come racconta la stessa parola, l’“intimo”, è ciò che sta dentro e che non viene esposto. Ma assolutamente non parliamo di accessori, né di semplici dettagli da mettere in secondo piano. Anche se purtroppo per molte donne il concetto non è chiaro. Quello che si indossa sotto i vestiti è importante come quello che sta sopra. La biancheria intima giusta riesce a regalare la sensazione che tutto sia a posto. E poi l’intimo è piacevole, fa sentire appagati ed al meglio delle possibilità. Quanto alla moda: corsetti, sottane e mutandoni hanno ormai fatto il loro corso. La lingerie d’antan e quella hot sono da riservare solo per le occasioni “speciali”.Le donne moderne puntano all’essenziale ed alla semplicità e si fidano di slip e reggiseni. Le regole da seguire sono poche e, soprattutto, vanno rispettate.

Al bando dunque spalline che escono dalle scollature (bianche o nere poco importa). Per non parlare di perizomi e coloutte ben in vista: lungi dall’essere sexy, oltre ad essere antiestetici, rappresentano un’offesa al buon gusto.

L’intimo che si rispetti deve rispondere ad una serie di parametri. Deve modellare perfettamente,  deve stare bene addosso, appoggiarsi come una seconda pelle, senza creare stacchi o costrizioni  l’effetto “omino Michelin”. La maggior parte delle donne porta il reggiseno della taglia sbagliata, situazione che rischia di guastare la linea degli abiti: Nulla poi può rovinare la figura come un paio di slip troppo stretti. La lingerie deve essere coordinata, stesso colore, stesso modello e stessa stoffa. La scelta del colore dipende dai gusti personali; nel dubbio si preferiscano i classici colori neutri: nero, bianco, beige, champagne.

Favolosa, ma non pratica la lingerie in seta. Attenzione a microfibra e cotone che vanno lavati con delicatezza per non rischiare di rovinarli. Per avere un buon aspetto dunque è fondamentale sentirsi a proprio agio: situazione che si verifica difficilmente se si sceglie di restare strizzate con l’intimo che fa da armatura insopportabile.

Gabriella Lax