Archivio tag | Kate Moss

Kate Moss all’asta da Christie’s per 1,5 milioni di dollari

© Santé D'Orazio-2
Un angelo a diciotto carati dorato e in un bronzo di Allen Jones, sotto forma di statua, colorato arazzo e come collage e ologramma tridimensionale, del valore stimato tra i 152 e i 227mila dollari.
Il prossimo 25 settembre, la casa d’aste inglese “Christie’s”, metterà in vendita Kate Moss.
Musa eterea ed eterna, capace di resistere e sopravvivere alle mode ed ai cambiamenti, le opere artistiche che raffigurano la Moss saranno in vendita a Londra, parte di una prestigiosa collezione di opere dedicate alla modella britannica. L’evento, curato nella fase di selezione e raccolta dei lavori dal tedesco Gert Elfering, assicurerà un’importante vetrina a un patrimonio di circa 1,5 milioni dollari che potrà essere ammirato dai visitatori nella capitale britannica già quattro giorni prima dell’asta.
1372858770121_allen-jones---kate-moss-bronze-glitter-2013

“Kate Moss Collection”

Tra le pose ci saranno alcuni degli scatti che hanno contribuito a creare il mito di Kate Moss e che sul mercato sono praticamente introvabili, saranno disponibili, partendo da una base d’asta non inferiore alle ventimila sterline. Special piece come un collage di Sir Peter Blake, un arazzo realizzato da Chuck Close e una scultura di Nick Knight in oro 18 carati raffigurante una Kate nuda in versione angelo (in foto). Tra gli oggetti in mostra, sculture, dipinti e tante fotografie, realizzate da artisti come Sam Taylor-Wood, Annie Leibovitz, Bruce Weber, Mary McCartney, Craig McDean, Allen Jones, Sante D’Orazio, Ellen von Unwerth, Albert Watson, Irving Penn, il peruviano Mario Testino e l’italianissimo Mario Sorrenti, che nel 1992 ritrasse la “divina” Kate nuda su un divano (in foto). Tutti grandi amici dell’iconica modella, capace di regalare all’obiettivo un’interpretazione unica.

Porta già addosso il tatuaggio firmato da uno degli artisti più quotati del mondo (le due piccole ali nella zona lombare nds) ma comunque non è la prima volta che la top model, oggi anche stilista, finisce all’asta. Nel novembre 2012 furono battute alla cifra di 9.090 dollari alcune tra le sue pose in bianco e nero, immortalate nel 1988 all’aeroporto Jfk di New York da David Ross, quando quella che sarebbe divenuta la compagna di Johnny Depp e Pete Doherty era solo un’acerba ma bellissima quattordicenne. Ad ottobre scorso invece una scultura in cui la trentanovenne veniva rappresentata in una curiosa posizione yoga era stata venduta al prezzo di novecento mila dollari. Lo scorso 10 aprile, poi, giusto per tenere fede alla sua fama di “bad girl”, un suo bacio saffico con Sharon Stone ad un galà di beneficienza in Brasile è stato “messo in commercio” per 45mila dollari. Le immagini dell’asta sono già valutate 1,52 milioni di dollari potrebbero in realtà essere battute a cifre astronomiche mito, la top model più controversa degli anni 2000 sarà presto in vendita.

Gabriella Lax
Tutti i diritti riservati. Senza l’autorizzazione è vietata la riproduzione in qualsiasi forma

Kate Moss, a nudo per “Saint Tropez”

km
«Ho usato quell’autoabbronzante fin dall’inizio. Circa 15 anni fa, la prima volta che sono andata a Ibiza non volevo essere l’unica persona bianca in spiaggia».

La sua bellezza senza tempo è uscita indenne dai cambiamenti dettati dalla moda e dalla società. Così, ancora oggi, la splendida quarantenne Kate Moss è una modella richiestissima. Non stupisce dunque il fatto che, di recente, abbia posato senza veli per la nuova campagna di “St. Tropez”, colosso dei prodotti solari che, in particolare, si dedica agli autoabbronzanti. Una collaborazione per certi versi annunciata, considerato che la modella britannica ha dichiarato di utilizzare le creme del marchio americano da 15 anni. Dopo essere stata protagonista di tante copertine, dopo aver lavorato coi marchi di moda più famosi al mondo (il suo viso è comparso nelle campagne Rimmel, Dior, Chanel e Kérastase) al curriculum la Moss aggiunge adesso una linea di prodotti per il corpo. E St. Tropez, per la sua nuova campagna, l’ha spogliata integralmente, svelandone le forme perfette.

Sulla soglia dei quarant’anni, nonostante lo scandalo legato alla droga nel 2005 (col quale stava per giocarsi una carriera all’epoca della turbolenta relazione con Pete Doherty) Kate Moss resta sulla cresta dell’onda da quando aveva quattrordici anni. Madre natura ha svolto bene il suo lavoro in questo caso ma, a parte qualche breve parentesi, molto peso ha la vita equilibrata, lontano dagli eccessi condotta dalla Moss che si conferma la modella più pagata al mondo dopo la collega Gisele Bündchen.

E, a sottolineare il prestigio del personaggio, ci pensa Michelle Feeney, proprietaria del brand di autoabbronzanti che afferma: «Siamo assolutamente entusiasti del fatto che Kate Moss ha scelto di lavorare con noi per la nostra nuova campagna: ci dà l’approvazione finale sulla qualità dei nostri prodotti. Kate incarna con un approccio naturalmente glamour il concetto di abbronzatura di St.Tropez ed è una sostenitrice di lunga data del marchio».

Gabriella Lax
Tutti i diritti riservati. Senza l’autorizzazione è vietata la riproduzione in qualsiasi forma

Kate Moss mora per Louis Vuitton

kate
Proprio come sul set di un film noir anni Quaranta, in chiusura delle sfilate alla settimana della moda nella Ville Lumière di Parigi, approda Kate Moss che sorprende tutti col suo nuovo look. Capelli corti frangiati e soprattutto nerissimi. La modella abbandona i colori ramati e chiari che l’hanno accompagnata in tanti anni di onorata carriera (e di scandali), per lasciar posto al fascino del “corvino”.

L’ha voluta così, Marc Jabobs in persona, per la sfilata di Louis Vuitton alla Settimana della Moda di Parigi, collezione Autunno/Inverno 2013-14, di Louis Vuitton e la top model dall’immutato charme ha sfilato con un abito che, a dire il vero, lasciava ben poco all’immaginazione: una fantasia trasparente per un nude look scollatissimo. La Moss, eroina e femme fatale, volteggia elegantemente sulla passerella per far calare il sipario sulla sfilata di una collezione super sexy e raffinata, fatta di pizzi, sete ma anche di morbidi velluti e pellicce alternati a fantasie a, fiori o retrò. Dulcis in fundo, chiusura coi fuochi d’artificio, con Mark Jacobs che ringrazia e s’inchina al suo pubblico in tenuta da notte.

Ps: Per “umanizzare” l’abito Vuitton si potrebbe indossare sotto un abito sottoveste color grigio perla o rosa antico.

Gabriella Lax

Tutti i diritti riservati. Senza l’autorizzazione è vietata la riproduzione in qualsiasi forma

Kate Moss ed il segreto del tatuaggio


Non è da tutti andare in giro con un’opera d’arte incorporata. Può succedere dunque che una top model di fama mondiale, già celebre, oltre che per la sua bellezza, per i suoi capricci ed i suoi colpi di testa, si ritrovi addosso un tatuaggio che vale milioni di dollari. E non era certamente passato inosservato il tatuaggio che la modella Kate Moss ha sopra al suo sedere.
Oggi si scopre che le due rondini che le incorniciano la parte lombare della schiena sono state disegnate da Lucien Freud, nipote di Sigmund, e deceduto lo scorso anno ad 88 anni.

Per intenderci, Freud è stato uno dei più quotati pittori del Novecento, specializzato nei ritratti, amato dai collezionisti e molto apprezzato sul mercato. Il suo quadro “Benefits Supervisor Sleeping”, nel maggio del 2008 era stato comprato da Christie’s per circa 34 milioni di dollari. La rivelazione sul tatuaggio è stata fatta dalla Moss ad una famosa rivista. Tutto comincia nel 2002, quando cioè la modella inglese, incinta della figlia Lila, decide di posare per il pittore. Un’amicizia, quella tra i due, nata sull’onda dell’ammirazione che la Moss aveva sempre dichiarato nei confronti dell’artista.

Dopo una cena, Freud le aveva raccontato di quando, giovanissimo, durante la Seconda Guerra Mondiale, imbarcato nella marina mercantile, aveva imparato a fare tatuaggi. Irresistibilmente attratta la Moss gli aveva chiesto di farne uno anche per lei. Ed era stato proprio Freud a suggerirle di ispirarsi per il disegno scelto al mondo animale. Ragion per cui la top model ha la consapevolezza, oggi, di indossare un’opera d’arte che vale milioni.

E, facendo due conti, considerato che il quadro di Freud che ritrae nuda la Moss è stato venduto all’asta per 3 milioni 900mila sterline (dunque circa 4 milioni 900mila euro), chissà quanto potrebbe valere il disegno tatuato sulla sua pelle…E la modella, tra il serio ed il faceto, spiega «Si tratta di un Freud originale. Mi chiedo quanto pagherebbe per questo un collezionista? Qualche milione? Se tutto mi andasse molto male potrei sempre fare un espianto di pelle e venderlo. Probabilmente è l’unico disegno su pelle realizzato da Lucian ancora in giro».

Gabriella Lax