Archivio tag | Jane Fonda

Una stellina per JLO

f187c3fc-5619-4696-9694-298c1280d12a.-450x292«Sembra tutto surreale, ma non lo è, anzi è tutto vero e bellissimo. Vi amo, e vi ringrazio tanto per aver fatto questo viaggio con me. Questo momento mi spinge a lavorare di più e a sognare ancora di più per il futuro. Mi auguro di aver toccato il vostro cuore».
La Walk of Fame abbraccia anche Jennifer Lopez. Stellina numero 2500 per la pop star ed attrice dalle origini sudamericane che, sobria ed elegante, si è presentata, qualche giorno fa, alla cerimonia di consacrazione ad Hollywood.

Stellina sul marciapiedi meritata poiché, dalla metà degli anno Ottanta a oggi, il lato “B” più bello d’America, ha partecipato ad oltre 30 film e venduto più di 70 milioni di dischi in tutto il mondo riscuotendo innumerevoli successi e premi. Da ghetto-girl ad artista tra le più pagate al mondo il salto di qualità è stato davvero enorme per la Cenerentola latina del XX secolo. All’evento l’attrice si è presentata con la famiglia al completo: c’era il giovane fidanzato, il ballerino Casper Smart e c’erano i due bambini, Max ed Emme, avuti dal precedente matrimonio con Mark Anthony. C’erano poi gli amici di sempre: Pitbull col quale ha lavorato per “Live it up” e Jane Fonda che ha recitato con lei nel film “Monster in law”, uscito in Italia nel 2005 con il titolo di “Quel mostro di suocera”.

Impeccabile anche per il look adottato dall’ex giudice di “American Idol” che ha scelto un candido top e una lunga e vaporosa gonna asimmetrica in raso color pesca di Christian Dior.
Consigli per gli acquisti: l’abbinamento della Lopez offre uno spunto a tutte le fashion victim: il modello di gonna, lunga e asimmetrica, sarà un must di grande tendenza per l’estate 2013. L’ideale è fare proprio come J.Lo dunque abbinarla ad un top semplice, avendo cura che l’attenzione ricada tutta sulla parte bassa dell’outfit. Abbigliamento che si presta sia al giorno sia alla sera, basta indossare i tacchi alti e voilà…!

Gabriella Lax
Tutti i diritti riservati. Senza l’autorizzazione è vietata la riproduzione in qualsiasi forma

Addio a Willy Rizzo, fotografo delle dive

rizzo2_2493288b
«Mi ricordo una delle sue frasi: “L’infelicità ce la costruiamo. Io fabbrico solo la felicità”. Ecco cosa mi ha insegnato Mademoiselle Coco Chanel, come fotografo e designer, a fabbricare la felicità».

E’ morto a 84 anni Willy Rizzo, il fotografo e designer italo francese, il ritrattista delle star. Rizzo stava preparando una mostra di scatti inediti proprio su Coco Chanel, che avrebbe dovuto inaugurare il 6 marzo. Rizzo era nato a Napoli nel 1928, sin da bambino capisce che la fotografia è il suo mondo: con la sua BoxAgfa a 12 anni ritrae per primi i suoi compagni di gioco e di classe. E la felicità passa diretta dai suoi scatti che hanno immortalato dive come Brigitte Bardot, Gene Kelly, Maria Callas, Marlene Dietrich, Monica Vitti e Jane Fonda, ma anche personaggi come Salvador Dalì ed attori quali Jack Nicholson, Gregory Peck, Gary Cooper.

Di lui celebre rimane nel 1949 la prima copertina del settimanale Paris Match, che andò in edicola con una fotografia storica di Winston Churchill. Ma rizzo fu anche un fotografo di guerre e conflitti sociali. Nel 1946, la rivista “Point de vue” gli commissionò un reportage sul Processo di Norimberga ed il magazine inglese Life comprò le sue foto sul conflitto in Tunisia, sulla linea Mareth.

Nel 1968 rientrato in Italia aveva sposato la modella ed attrice Elsa Martinelli e aveva lanciato una linea di arredamento “art deco” che ne fece il designer della Dolce vita, ma alla fine degli anni Settanta ritornò in Francia, il Paese che lo aveva adottato, dove dal 2009 aprì uno studio fotografico. Storiche le immagini di Marilyn Monroe, già in preda alla depressione, scattate due settimane prima dalla morte. A proposito di quel lavoro Rizzo sottolineò «Fu come se le più belle donne del mondo fossero la, concentrate in una».

Gabriella Lax

Tutti i diritti riservati. Senza l’autorizzazione è vietata la riproduzione in qualsiasi forma.