Archivio tag | etro

Cento alberi d’autore in beneficienza

il-natale-dei-100-alberi-dautore-agatha-ruiz-de-la-prada
«Donare un albero diventa un simbolo di quanto sia importante sentirsi responsabili anche della vita degli altri». Parola di Franca Sozzani, madrina d’eccezione, insieme a Sofia Loren, della diciannovesima edizione della manifestazione “Il Natale dei 100 alberi d’autore”, svoltasi qualche giorno fa a Roma, nello spazio espositivo di via Borgognona 38B, gentilmente concesso dalla famiglia Fendi, organizzata da Edoardo Tasca e Simona Gabrielli, presentato dalla giornalista di “Moda” Cinzia Malvini, con Anna Laura Ribes e Tosca D’Aquino.

C’è l’albero preparato coi biscotti, quello decorato con la carta velina o con rosse e festose forme di scarpe, fino ad arrivare alle sedie animalier, agli orsetti, gli angeli d’argento ed i cappottini. Spazio alla fantasia per la mostra evento dell’Associazione presieduta da Sergio Valente, con l’obiettivo di contribuire fattivamente alla ricostruzione di beni artistici (restauro del Teatro Borgatti di Cento danneggiato dal sisma che ha colpito il territorio emiliano), a progetti di ricerca scientifica,sostenendo situazioni di indigenza (in particolare, spiega il patron, si è pensato alle popolazioni dell’Africa), grazie alla generosità e alla sensibilità dei grandi protagonisti della moda, del design, del cinema e dell’arte.

Hanno partecipato all’evento Missoni, Pierre Cardin, Fendi, Bulgari, Ferrari, Custo Barcelona, Luis Vuitton, Raffaella Curiel, Renè Caovilla,Tod’s, Hogan, Bagutta, Paladini, Emilio Pucci, Damiani, Max Mara, Fratelli Rossetti, Borsalino, Gucci, Tom Ford, Valentino, Gianfranco Ferrè, Versace, Alberta Ferretti, Mila Schon, Roberto Cavalli,Blumarine, Fausto Sarli, Etro, Paul Smith, Salvatore Ferragamo, Krizia, Agata Ruiz de la Prada, Ernesto Esposito, Alessandro Dell’Acqua, Antonio Marras, Ermanno Scervino, Costume National, Jimmy Choo, Calvin Klein, Elie Saab, Renato Balestra, Givenchy, Moschino.

Gabriella Lax

Tutti i diritti riservati. Senza l’autorizzazione è vietata la riproduzione in qualsiasi forma.

Moda, il mercato guarda ad Oriente

Una creazione Prada sulle passerelle milanesi

In controtendenza con il calo degli acquisti, il mercato della moda italiano si rivela, ancora una volta vincente. Merito sicuramente delle eccellenze che caratterizzano i brand e dell’artigianalità applicata alla forza del “Made in Italy”. Russia, Stati Uniti, ma soprattutto Cina e Giappone sono i paesi compratori che, coi relativi capitali, si affacciano prepotentemente e strizzano l’occhio alal moda e dunque all’economia del Paese.E sono proprio un omaggio al mondo orientale le ispirazioni degli abiti visti sulle passerelle della capitale della moda meneghina a fine settembre.
Portabandiera di questo bacio in fronte al Giappone è certamente Miuccia Prada che porta in passerella, con parsimonia, i fasti della Terra del Sol Levante. E lo fa con le calzature sandalo, piccole sculture, alti con zeppe, intricate nei calzini che fanno pendant, in un mondo che oscilla tra gli opposti, tra geisha e manga. L’abito, taglio kimono, la fa da padrone, si spegne nei toni del nero per poi sbiadire fino ai pastello.
Anche Etro, con la giovanissima Veronica, sembra avere colto in pieno la tendenza orientaleggiante. La stilista ne ripercorre le fioriture caratteristiche, lavorate su ogni abito con stampe originali, dipinte rigorosamente a mano. La leggerezza si snoda negli abiti di seta ed il colore nero che si destreggia tra i mille colori accesi col risultato di un romanticismo estremamente moderno.
Peter Dundas, disegnatore per Emilio Pucci, riporta il sapore orientale grazie a grandi e sinuosi draghi che fanno capolino dagli intagli degli abiti ed alle stoffe che fanno trionfare fantasie ripescate dall’archivio della maison.

Gabriella Lax