Archivio tag | Ermanno Scervino

Anche la moda uomo guarda all’Est

Scervino, tributo a Firenze

Scervino, tributo a Firenze

Il kilt provocatorio protagonista sulla passerella delle sfilate di Milano nella settimana della moda uomo autunno inverno 2013/2014. Per Trussardi, Prada l’imperativo è il medesimo: stupire pur restando palesemente borghesi. E così i pantaloni si accorciano, lasciando scoperta la caviglia e i mocassini pesanti si indossano senza calze al piede. Tornano le mantelle anche per l’uomo ed i tessuti prettamente invernali come il velluto.

Un lungo week end per la moda maschile che era iniziato venerdì a Firenze in “Pitti Immagine Uomo 2013” con la sfilata maestosa di Ermanno Scervino che ha presentato la collezione uomo e la precollezione donna.. Il giglio, simbolo della capitale toscana, a far da decoro agli abiti maschili ed alle sontuse vesti femminili. Per uno stilisti che orgogliosamente torna nella sua Firenze, per la sfilata nel salone dei Cinquecento a Palazzo Vecchio. Porta in altro la bandiera del grigio, dal tenue allo smokey, Scervino insegue una tinta troppo spesso relegate alle occasioni che invece innalza a simbolo di bon ton ed eleganza.

Ma il verbo proferito dalle sfilate fiorentine e da quelle milanesi è uno: anche la moda maschile guarda al mercato dell’Est. Onnipresente l’impronta asiatica: da Pitti in aumento le situazioni che vedono protagonista “East meets West”, oltre ogni barriera linguistica e creativa. Nasce così la collaborazione tra il marchio giapponese Onitzuka Tiger e lo stilista italiano Andrea Pompilio. E ancora Cruciani, brand italiano che fabbrica i braccialetti di pizzo macramé, realizzerà una nuova linea di polsini dedicati al cantante coreano Psy.

Sinergie ma, soprattutto, un interessamento quello dei mercati orientali già registrato nei mesi scorsi nel settore femminile del prêt a porter, come nella haute couture. Confermato dalle centinaia di buyer stranieri che si affacciano su sponda italiana conquistati probabilmente dalla preziosità dei materiali e dalle tecniche manifatturiere che, dai tessuti al pellame, affonda le sue radici nella tradizione dei secoli passati. Scacco alla crisi forse e questo soprattutto grazie alla moda.

Gabriella Lax

Tutti i diritti riservati. Senza l’autorizzazione è vietata la riproduzione in qualsiasi forma.

Cento alberi d’autore in beneficienza

il-natale-dei-100-alberi-dautore-agatha-ruiz-de-la-prada
«Donare un albero diventa un simbolo di quanto sia importante sentirsi responsabili anche della vita degli altri». Parola di Franca Sozzani, madrina d’eccezione, insieme a Sofia Loren, della diciannovesima edizione della manifestazione “Il Natale dei 100 alberi d’autore”, svoltasi qualche giorno fa a Roma, nello spazio espositivo di via Borgognona 38B, gentilmente concesso dalla famiglia Fendi, organizzata da Edoardo Tasca e Simona Gabrielli, presentato dalla giornalista di “Moda” Cinzia Malvini, con Anna Laura Ribes e Tosca D’Aquino.

C’è l’albero preparato coi biscotti, quello decorato con la carta velina o con rosse e festose forme di scarpe, fino ad arrivare alle sedie animalier, agli orsetti, gli angeli d’argento ed i cappottini. Spazio alla fantasia per la mostra evento dell’Associazione presieduta da Sergio Valente, con l’obiettivo di contribuire fattivamente alla ricostruzione di beni artistici (restauro del Teatro Borgatti di Cento danneggiato dal sisma che ha colpito il territorio emiliano), a progetti di ricerca scientifica,sostenendo situazioni di indigenza (in particolare, spiega il patron, si è pensato alle popolazioni dell’Africa), grazie alla generosità e alla sensibilità dei grandi protagonisti della moda, del design, del cinema e dell’arte.

Hanno partecipato all’evento Missoni, Pierre Cardin, Fendi, Bulgari, Ferrari, Custo Barcelona, Luis Vuitton, Raffaella Curiel, Renè Caovilla,Tod’s, Hogan, Bagutta, Paladini, Emilio Pucci, Damiani, Max Mara, Fratelli Rossetti, Borsalino, Gucci, Tom Ford, Valentino, Gianfranco Ferrè, Versace, Alberta Ferretti, Mila Schon, Roberto Cavalli,Blumarine, Fausto Sarli, Etro, Paul Smith, Salvatore Ferragamo, Krizia, Agata Ruiz de la Prada, Ernesto Esposito, Alessandro Dell’Acqua, Antonio Marras, Ermanno Scervino, Costume National, Jimmy Choo, Calvin Klein, Elie Saab, Renato Balestra, Givenchy, Moschino.

Gabriella Lax

Tutti i diritti riservati. Senza l’autorizzazione è vietata la riproduzione in qualsiasi forma.