Archivio tag | cinquanta sfumature

Regali: c’è un libro per tutti

AVE (2)State vagando come anime del limbo alla ricerca disperata dei regali di Natale? Niente paura! Mi permetto di ricordarvi di un amico fedele che, se vi guardate intorno, scoprirete già molto vicino. E’ un regalo che ha sesso e non ha età, va bene per ogni destinatario. Stiamo parlando del libro. Divincolandomi tra le pile (di libri) che mi sovrastano ho curiosato in giro per scoprire quali sono i libri cult o comunque i più gettonati da ritrovare sotto l’albero addobbato.
Ed il libro più richiesto è certamente “L’infanzia di Gesù”, volume appena sfornato dal pontefice Benedetto XVI che, complice l’innovativa capacità di “twittare”, ha strizzato l’occhio anche ai giovani, maggiori fruitori dei social network. Al secondo posto “Una voce di notte” di Andrea Camilleri. Lo scrittore siciliano prosegue sulla scia delle inchieste del commissario Salvo Montalbano, questa volta alle prese con un suicidio fatto passare per omicidio e col misterioso e dell’efferato delitto di una donna. Ogni pubblicazione di Camilleri fa il pienone di lettori che sperano, per questo, scoprire il più tardi possibile “La figlia di Montalbano”, libro che, secondo leggende metropolitane, è chiuso nella cassaforte della Sellerio Edizioni e sarà pubblicato postumo alla morte dello scrittore (non mi vedere ma essendo io una delle più fedeli fan faccio gli scongiuri!!!). Al terzo posto si confermano le immancabili “Cinquanta sfumature di grigio”. Anzi, appositamente per le feste, è stato sfornato il cofanetto che contiene tutti e tre i libri della L. E. James (pseudonimo di Erika Leonard), in confezione natalizia, dunque un condensato di erotismo versione sadomaso. Fortunatamente c’è ancora chi crede nelle belle favole considerato che un altro tra i libri più letti è “Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico” di Luis Sepulveda. Torna prepotentemente nella classica anche “Venuto al mondo”, di Margareth Mazzantini, sospinto dal successo cinematografico dell’omonimo film, sceneggiato dalla stessa scrittrice, uscito nelle sale qualche settimana fa. In classifica c’è posto anche per la divertente “Madama Sbatterflay” di Luciana Litizzetto e per “Confiteor, Massimo Mucchetti intervista Cesare Geronzi”.
Ancora in testa alla classifiche il primo libro di J. K. Rowilng, autrice di best seller col protagonista Harry Potter, destinato, stavolta dedicato agli adulti, il titolo è “Il seggio vagante”. Tra i libri più richiesti l’ultimo lavoro di Sveva Casti Modignani “Lèonie” e “Fai bei sogni” di Massimo Gramollini.
Personalmente consiglio, oltre all’arcinoto “Guardaroba perfetto” di Carla Gozzi (edito da Rizzoli), la “Sindrome da cuore in sospeso” della mia cara amica Alessia Gazzola che, dopo il successo di “L’allieva” e “Un segreto non è per sempre” (entrambi pubblicati da Longanesi), fa un salto indietro nel tempo per raccontare come la protagonista, Alice Allevi, abbia deciso di fare il medico legale, professione che la porterà a risolvere con successo, da moderna detective, una serie di complicati casi di omicidio.

Gabriella Lax

Tutti i diritti riservati. Senza l’autorizzazione è vietata la riproduzione in qualsiasi forma.

Cinquanta sfumature …di noia!

Immagine

Sesso, sesso, sesso. E, se non è abbastanza, ancora sesso. Ecco “Cinquanta sfumature di grigio”…che poi diventano “Cinquanta sfumature di nero” e infine “Cinquanta sfumature di rosso”. Ho letto qualche tempo fa della meraviglia letteraria che riservava la trilogia di L. E. James (pseudonimo di Erika Leonard), scrittrice inglese saltata fuori dal nulla e balzata agli onori delle classifiche di libri di tutto il mondo con oltre 20 milioni di copie vendute in 10 settimane. Un successo così grande che, in America, la Universal si è aggiudicata i diritti della produzione dei tre film tratti dai libri. E intanto è iniziata la ricerca spasmodica dei due attori che dovranno interpretare i due protagonisti della storia: Christian Grey, plurimilionario americano con un debole per la “dominazione” e l’ingenua (almeno inizialmente) Anastasia Steele che ne ruberà completamente il cuore.

La curiosità è donna e, Moccia a parte, sono disposta, a leggere e sperimentare qualunque genere. L’ultima trilogia di cui ha parlato il mondo era stata quella di Stieg Larsson, iniziata con “Uomini che odiano le donne”. Non sono minimamente paragonabili, a prescindere dalla diversità del genere. Entusiasta mi catapulto in libreria e acquisto il set completo. Sin dalle prime cinquanta pagine la “sonata” è ben chiara. Tanto, troppo sesso. Procedo alla ricerca disperata di una trama ma resto a bocca asciutta e mi domando davvero quelle recensioni spacca timpani per quanto altisonanti del “Guardian”, del “New York Times” che libri abbiano trattato… Che le signore si possano entusiasmare davanti ad un po’ di sano erotismo ci sta (l’obiettivo era stato centrato alla serie Harmony” circa trent’anni fa), ma nei libri della James si va in overdose. E non c’è altro. Senza voler raccontare le vicende dei personaggi mi limito a sostenere che si tratta di una storia che risulta meno credibile di “Biancaneve ed i sette nani”. Dei tre volumi salvo solamente gli ilari “oggetti” delle e –mail che i due protagonisti si scambiano.

Se proprio siete in cerca di emozioni forti potete leggere “Vm 18”, di Isabella Santacroce, sesso sfrenato e aberranti crimini che vi turberanno per il resto dei vostri giorni. O più semplicemente, se volete fare sentire battere il cuore nel petto, immergetevi ne “Il diario di Anna Frank”, nell’amore quasi platonico che la giovanissima prova e consuma per il suo Peter nella soffitta mentre le famiglie disperatamente cercano di sfuggire ai nazisti. Farfalle nello stomaco assicurate.

Gabriella Lax