Gennaro Calabrese… torna a scuola!

IMG_8090 copia

Un ritorno sui banchi, con allegria e leggerezza da dieci e lode per Gennaro Calabrese. Il comico, attore ed imitatore solca i palchi dei teatri italiani col nuovo spettacolo che ha debuttato a Roma, al teatro Anfitrione, il 9 aprile, per poi spostarsi nella sua città d’origine Reggio Calabria, prima del tour ce lo porterà in giro per il Paese, da Torino e Milano fino a Bari e Palermo. “Torno a scuola” è il titolo della pièce scritta e diretta da Calabrese e dal fedele Gianluca Irti, comico e autore romano «che conosco da anni, col quale avevo già collaborato» spiega Calabrese.

E’ una riflessione di Nelson Mandela l’idea di partenza dello show: “L’educazione è l’arma migliore che può cambiare il mondo”. Attualmente però, l’educazione, come la scuola, sono declassate dalle scelte politiche. «Il Governo opera i tagli all’istruzione nonostante l’alto tasso di descolarizzazione – spiega Calabrese- ma è pronto a spendere milioni per le auto blu, gli aerei militari F35, le pensioni d’oro». Da questi pensieri prende corpo la trama dello show. Il preside della “Scuola elementare Watson” lancia un sos all’imitatore Calabrese affinchè gli venga in aiuto nel giorno di presentazione dell’istituto ai genitori, prima delle iscrizioni poiché, dopo i tagli agli insegnati, tra i corridoi è rimasta solo la bidella. A Valentina Paoletti, attrice romana (che ha già lavorato con Massimo Bagnato, Lillo & Greg, Enzo Salvi) il simpatico ruolo della bidella Lina Battiferro che introduce i personaggi di Calabrese. Gli sketch comici sono intervallati dalle coreografie di Valeria Palmacci, in scena con la ballerina Licia Cricchi, per “Abc”, “The wall” ed altra canzoni a tema esclusivamente scolastico.

IMG_8025 copia

E naturalmente lui, Calabrese, camaleontico, interprete trasformatore e mimo, capace, come sempre, di cogliere gli aspetti caratterizzanti dei personaggi. Ne sceglie solo alcuni Calabrese, del variegato carnet che oggi offrono politica ed attualità, forte dell’esperienza maturata negli anni di lavoro su Sky per “Gli Sgommati”, di cui lo stesso ricorda: «Un lavoro che mi ha fatto crescere moltissimo. Era una grande produzione televisiva, con artisti di grande caratura. Non facevo l’ospite occasionale ma ero l’interprete principale, quello che faceva più personaggi. Mi ha insegnato i tempi sul campo, i tempi della recitazione e del doppiaggio. Agli autori non interessava se la voce nell’imitazione fosse perfetta, ma doveva essere a tempo e ben recitata». Nella scuola Watson interpreta i docenti Calabrese: Luca Girato, imperfetto professore d’italiano, capace di storpiare i termini in maniera improbabile; Adriano Celentano, divertente docente d’inglese; ed il cultore del “movimento”, Beppe Grillo, professore di educazione fisica; mentre chiude la prima parte dello show Papa Francesco, insegnante di religione che dovrà vedersela col papa “emerito” Benedetto XVI. Uno spaccato di “teatrino” dà la possibilità a Calabrese di riprendere i personaggi del mondo del calcio, completati dalla radio cronaca che va dalla guerra di Troia alle vicende del Dopo Guerra del professore Calabrese per storia e geografia. Si contendono il palco Piero Angela, docente di scienze e il sonnambulo Gigi Marzullo, fino all’atto finale. Pubblico soddisfatto per quasi due ore di risate a cuore aperto, che affondano però nella profonda riflessione di Mandela sul ruolo dell’educazione. Costumi di Francesca Esposito, luci e l’audio di Giuseppe Nicolosi, della Nicolosi Production e di Alen Palomba. Il tour nazionale è gestito da B&G Live di Roberto Galliani e Laura Bardini.

 

Gabriella Lax

 

Tutti i diritti riservati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...