Sugardaddy, il sito per chi cerca “papi”

sugardaddy-242194
I clamori suscitati dai racconti metropolitani delle serate ad Arcore non si spengono. Il “papi” visto come l’evoluzione della specie, una salvifica e rassicurante presenza che, da un lato nutre i portafogli delle giovani avvenenti, dall’altro gratifica facoltosi personaggi non più giovanissimi, assicurando loro una vecchiaia divertente, scevra dalla solitudine. A coniugare la domanda con l’offerta ci pensa Alex Fantini col suo sito di dating “Sugardaddy” che, precisa «non è per tutti» e punta in alto, assicurando alle ragazze sole di fare l’incontro giusto quello con «Un uomo galante, realizzato e sicuro di sé pronto a prendersi cura di una giovane fanciulla», si legge sul sito internet. Nella presentazione del sito di incontri Fantini ha puntato ad elevare il concetto stesso di “papi”. «Ci sono diversi modi per dimostrare la propria generosità; non si tratta di svilire il concetto di amore, semplicemente ci proponiamo di agevolare incontri che possono portare giovamento a entrambe le parti: alle giovani donne che cercano la propria strada, che magari hanno bisogno di una figura matura che le aiuti a trovare se stesse e renda più agevole la strada per la propria realizzazione; e agli uomini di una certa età, occupanti ruoli sociali di livello alto perciò benestanti e in cerca di compagnia e orgogliosi di poter conoscere ragazze giovani da trattare come principesse».

In particolare, si tratta di un portale di dating grazie al quale ragazze in cerca di fortuna, esperienze e successo, potranno entrare in contatto con maturi gentiluomini pronti a prendersi cura di loro. Il procedimento è semplice: il sito mette a disposizione un database di contatti al quale si potrà accedere previa iscrizione. In questo modo trovare persone con le quali interagire sarà facile e pratico grazie all’utilizzo di comuni mezzi di comunicazione quali chat, video chat e messaggistica istantanea.

Volete, sul piatto, due chiari esempi di incontri fortunati, tra coppie di età differenti, ci sono: basti pensare a Flavio Briatore e Carlo Cracco. Semplici ed efficaci le spiegazioni regalate da Fantini. Flavio Briatore e Carlo Cracco. Il primo è considerato uno sugar daddy per eccellenza, «un vero self-made-man che grazie alle proprie capacità e al proprio intuito nel commercio e nell’imprenditoria, ha creato negli anni un impero che porta il suo nome. Riconosciuto tra gli uomini più facoltosi d’Italia, Briatore è sposato alla giovane show-girl Elisabetta Gregoraci. All’inizio della loro relazione la Gregoraci era una bellissima ventenne che, affascinata dalla maturità e dal savoir-faire di un uomo più adulto, ha saputo (voluto? nds) credere nell’amore che, oggi, le ha regalato una splendida famiglia». Il secondo è lo chef balzato agli onori televisivi, grazie al recente boom di show-cooking, «legato ad una giovane donna di 20 anni più giovane di lui, che oltre ad essere madre di suo figlio, è anche sua fidata collaboratrice lavorativa».

Se, indenni, siete riusciti a superare queste righe, coraggio, ora avrete il tempo per inorridire. Resto del parere che l’amore altro non è che amore, sentimento limpido e travagliato, travolgente e dissipatore di anime. Concetto questo ben diverso dall’interesse (economico) reciproco di una coppia.

Gabriella Lax
Tutti i diritti riservati. Senza l’autorizzazione è vietata la riproduzione in qualsiasi forma

8 thoughts on “Sugardaddy, il sito per chi cerca “papi”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...