Omar, così bello da essere espulso

Omar, il bello

Omar, il bello

Belli. Troppo belli. Belli al punto tale da fare impazzire le donne e da costituire, conseguentemente, un pericolo per la moralità delle stesse. Per questo motivo Omar Borkan al Gala, fotografo di moda e attore di Dubai, è stato cacciato dal Paese. Questa storia che ha dell’incredibile è invece capitata un giovane, espulso dalla Arabia Saudita insieme ad altri due suoi connazionali di Dubai, con l’accusa di essere fin “troppo affascinante” da indurre in “tentazione le donne”. I tre ragazzi si trovavano a Riyad, capitale saudita, per partecipare a un evento culturale il “Jenadrivah Heritage & Cultural Festival” quando, improvvisamente, è arrivata la Mutaween, la temuta polizia religiosa dopo che la “Commissione per la promozione della virtù e per la prevenzione dei vizi” li aveva giudicati pericolosi.

Così, gli agenti hanno circondato lo stand dove si trovavano i giovani e li hanno prelevati a forza tra lo stupore dei presenti. La motivazione che è stata data dalle forze dell’ordine per giustificare questa pratica decisamente inusuale ha fatto sorridere più di un arabo: la polizia temeva che tutte le donne presenti alla manifestazione nella capitale si sarebbero presto invaghite dei tre ragazzi che sono quindi stati allontanati e espulsi dal paese. Essere troppo belli dunque, contrariamente a quanto s’immagina, può essere un problema. Almeno in Arabia Saudita.

La situazione era sembrata così surreale che si pensava si trattasse di uno scherzo Fino a quando però la televisione araba ha pubblicato il nome di uno dei tre belli e malcapitati. Si tratta certo di un’accusa inusuale destinata ad avere molta eco dentro e fuori il mondo arabo. Al di là dell’ironia la motivazione che ha spinto al gesto è seria conseguenza dello spirito ultraconservatore della società saudita in cui le donne subiscono gravissime limitazioni, tra cui l’obbligo di rimanere coperte in ogni momento della vita pubblica e il divieto di parlare e interagire con gli uomini che non siano loro parenti. Il contatto sessuale con un uomo al di fuori del matrimonio è punito con la fustigazione e talvolta anche con la morte.

Con il sorriso sulle labbra ci viene in mente il buon Totò che, ironicamente, in “Totò sceicco” di Mario Mattioli, facendo il verso a “Torna a Surriento” ripeteva «Guarda O- Mar quant’è bello».

Gabriella Lax
Tutti i diritti riservati. Senza l’autorizzazione è vietata la riproduzione in qualsiasi forma.

5 thoughts on “Omar, così bello da essere espulso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...