Yoko Ono, ottant’anni e non sentirli

rolling stonesInnamorata fedele, compagna nella provocazione. Yoko Ono compie ottanta anni e li festeggia con una mostra ed un concerto in un luogo a lei molto caro. L’artista e musicista, moglie del leggendario John Lennon, ha anticipando la data della ricorrenza con un concerto nel teatro Volksbuhne di Berlino, insieme alla rediviva “Plastic Ono Band”.

Una grande festa in musica, con tanto di torta e coro di auguri oltre che dell’inno pacifista “Give peace a chance”. E la scelta della capitale tedesca ospitante è presto spiegata: secondo il figlio Sean non c’è altro luogo al mondo che la madre ami quanto Berlino. Quasi metà della sua vita l’ha vissuta senza John Lennon che per lei lasciò la moglie Cinzia. Vituperata come guastafeste (per il rapporto non idilliaco con gli altri componenti dei Beatles) e guasta famiglie, Yoko Ono è riuscita solo la morte del marito a recuperare credibilità e ad assurgere agli onori della cronaca per quello che realmente è: un’artista.

I festeggiamenti proseguono con una retrospettiva al Museo Schirn di Francoforte. La mostra dal titolo “Yoko Ono. Half-A-Wind Show” raccoglie un centinaio di oggetti, tra cui film, installazioni, fotografie, disegni, testi e musica. Gli storici ed i critici d’arte che ne hanno studiato la figura, a tratti controversa, pensano che Yoko ha avuto una enorme importanza per il movimento d avanguardia negli anni 60 e 70, ma è contemporaneamente è un personaggio centrale del movimento pacifista e del femminismo. L’esposizione, che resterà aperta fino al 12 maggio, in seguito viaggierà per mezza Europa nel 2013 e 2014 facendo tappa in Spagna, Danimarca e Austria.

La vedova Lennon è ancora politicamente impegnata in battaglie anti-establishment e sta per pubblicare col figlio Sean il nuovo album della Plastic Ono Band.Ultimamente avevano supito alcune sue dichiarazioni secondo le quali al defunto marito sarebbe piaciuta molto Lady Gaga.
Ora scommetto che vorreste sapere se per me Yoko Ono sia stata la causa dello scioglimento dei Beatles. Penso che se una cosa deve tenere non c’è amante o artista che possa distruggerla. Oltre alla musica evidentemente le basi su cui poggiava l’equilibrio dei Beatles non erano poi così solide. Metteteci pure che erano quattro belle teste (calde) pensanti…

Ps: La foto che ho scelto è l’ultima pubblicata da Rolling Stones e scattata solo poche ore prima dell’uccisione di Lennon che si complimentò con la fotografa che li ritrasse perché, disse, aveva colto l’essenza del loro rapporto.

Gabriella Lax

Tutti i diritti riservati. Senza l’autorizzazione è vietata la riproduzione in qualsiasi forma.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...