Archivio | dicembre 2, 2012

Dita Von Teese, maestra in lingerie

157054473Alla prima visione l’avevo scambiata per una delle mogli di Dracula. In realtà mi ero sbagliata di poco. Dita Von Teese era l’affascinante e discussa moglie di Marilyn Manson. Era l’inizio degli anni Duemila ed ancora il mondo non era entrato nell’ottica del magico mondo del burlesque. Pallida e tornita, Dita Von Teese è la sensuale icona di una bellezza retrò, sofisticata e seducente.

Avvolta in pizzo o inguainata in guepiére che poco lasciano all’immaginazione, la marchesa del burlesque ha riproposto il suo famoso show di seduzione anche al Festival di Sanremo qualche anno fa. Ma a chi, come me è, dalla prima puntata, fan del serial americano Csi (Criminal Scene Investigation) Las Vegas (il precursore, per intenderci) la scena non era sfuggita. In una puntata del 2010 in cui Dita, impegnata a far perdere la testa all’agente Greg Sanders, presentava il suo numero di streep tease burlesque, concludendolo dentro le bollicine di un’enorme coppa di champagne.

Dunque, se avete seguito bene l’identikit del personaggio, di certo non vi sorprenderà il fatto che, qualche giorno fa, a Londra, Lady Burlesque ha illustrato la nuova collezione della sua linea di lingerie “Von Follies”, creata per far sentire “sexy” tutte le donne. In un elegante ed attillato abito color blu notte, sfoggiando un invidiabile decolté, con unghie e bocca inevitabilmente rosse, ha presentato ai media le sue creazioni di lingerie. E ce n’è davvero per tutti i gusti: romanticherie in pizzo, aggressive in completino animalier o sensuali ma sempre con gusto, ogni coordinato però col must vintage del reggicalze, degli slip a vita alta e del reggiseno bustier. E, a giudicare dalle immagini, quali follie non sarebbero disposti a fare per lei gli uomini?

Gabriella Lax