Live del “Mascalzuncello napoletano”


E’ pronto a tornare nella sua città natale il “mascalzuncello napoletano”. Dopo quattro anni dall’ultima esibizione storica, in piazza del Plebiscito, per celebrare i suoi trent’anni di carriera, Pino Daniele torna a suonare coi compagni di viaggio napoletani con cui ha iniziato il percorso che lo ha portato, con successo, ad attraversare il panorama musicale italiano.

E, a questo proposito, mi vengono in soccorso i miei ricordi di bambina. Le grandi buste a sorpresa saranno capitate tra le mani anche a voi. Quelle che dentro avevano una marea di oggettini inutili: soldatini, braccialetti di plastica, figurine. La busta unisex che mi capitò una volta non potrò mai dimenticarla perché dentro trovai proprio un poster di Pino Daniele, capellone da fare un baffo a Lucio Battisti, insieme al biondissimo Toni Esposito ed all’immancabile Tullio De Piscopo. Sapete perché lo ricordo? Fu per me, bambina, un momento (indelebile) di grande delusione. Che cosa avrei potuto farci con un poster di “bruttoni grandi?”. Non vi nascondo che, all’epoca, fu questo il mio pensiero. Guarda poi i casi della vita invece: “Andamento lento” di De Piscopo diviene il tormentone dei pomeriggi in bicicletta, “Kalimba de luna” di Esposito, il sottofondo dei balli scatenati sulla spiaggia e “Quando quando”, di Pino Daniele la colonna sonora di uno dei tanti amori adolescenziali.
Tornando alla musica “Tutta ‘nata storia – Live in Napoli”, così si chiamerà la coppia di concerti evento, è in programma a chiudere il 2012, il 28 e 29 dicembre al teatro Palapartenope. E Pino Daniele sarà circondato dai grandi artisti napoletani (di cui sopra), con cui ha lavorato da giovanissimo ossia: Enzo Avitabile, Enzo Gragnaniello e la storica band di “Vai Mò”, Tony Esposito, Tullio De Piscopo, James Senese, Joe Amoruso e Rino Zurzolo ed insieme a lui, sul palco, la band nuova di zecca con Michael Baker (batteria), Gianluca Podio (piano), Elisabetta Serio (tastiere) e lo stesso Zurzolo (basso e contrabbasso). L’ha battezzato “un regalo per la mia città” Pino Daniele. Certamente un evento che nessun amante del blues napoletano e mediterraneo vorrà perdersi, davvero una sorta di brand esportato, con successo, in tutto il mondo.

Gabriella Lax

2 thoughts on “Live del “Mascalzuncello napoletano”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...