Largo alle borchie!

Pronti a fare impazzire i metal detector?!!Grandi o piccole. Poco importa. E’ l’invasione delle borchie. E le passerelle dei mesi scorsi, come adesso le vetrine dei marchi trandy ne fanno un uso smodato.

Una valanga di borchie, vanno oltre i semplici intenti décor, per venire incontro a sogni e desideri di fashion addict. Borse, cinture, calzature e oggetti di pelletteria e, sistematicamente, pantaloni, camicie e giubbotti, queste le vittime dei punti luce. E le borchie nascono come piccoli “pois” in metallo dorato per diventare anche coni dorati.

Il loro battesimo risale agli anni Settanta, dettato dallo stile al punk in embrione negli Stati Uniti, che di seguito troverà terreno fertile nel Regno Unito, soprattutto a Londra, il luogo in cui il linguaggio e la musica del genere verranno istituzionalizzati. E per le borchie la madrina d’eccezione nel campo delle stile, nella capitale mondiale delle tendenze, sarà proprio Vivianne Westwood che, insieme all’inseparabile Malcom McLaren, ne farà un mod intramontabile.

Se però, fino a quel momento, quello delle borchie nell’abbigliamento era stato un linguaggio legato a derivazioni musicali e proseliti di punk e metal, negli anni Ottanta ci pensa lo stilista Gianni Versace a “sdoganare” l’uso di questi piccoli accessori inserendoli nel taglio di abiti di uso anche quotidiano e mischiandoli all’uso di materiali inediti. Le passerelle hanno mostrato di recente le borchie illuminare ancora jeans, cappotti e persino i cerchietti. A questo si uniscano le linee d’intimo interamente borchiate.

E per completare il quadro nasce una tendenza ancor più singolare quella del “borchiato vintage” ossia vecchie scarpe, vecchie giacche, i vecchi blue jeans, vengono stravolti nella forma e nel colore con l’immancabile tocco borchiato.
Un accessorio borchiato sdrammatizza un abbigliamento troppo serio; un paio di jeans con le borchie e una giacca daranno grinta a tutto il look. Il consiglio è sempre quello di non esagerare.

2 thoughts on “Largo alle borchie!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...