Moda all’insegna dei contrasti


Per le fashioniste esiste un vero e solo comandamento: l’amore per la moda e per lo stile resiste a qualunque crisi. Sulle passerelle per i look autunno/inverno 2013 si è davvero visto di tutto ed il contrario. La sindrome degli opposti che si attraggono, senza perdere mai la loro essenza, e si respingono, sembra dominare incontrastata.
Le ampie proporzioni, sorrette da giganti spalline, portabandiera degli anni Ottanta (Moschino docet), insieme ai colori fluo ed i leggings a fantasie disarmati (immancabile Vivienne Westwood) fanno da contrasto ai mini abiti bonton o dalle forme trapezoidali, alle ruches che accompagnano i tailleur anni Sessanta (Alexander Wong). Nessuno sconto neanche per i tessuti utilizzati: la predilezione per pizzi e macramè, che fanno tanto fatine di mezzanotte (tanto cara a Salvatore Ferragamo e Dolce & Gabbana) si alterna al preziosismo del velluto che accompagna la pelle, nutrendola di emozioni tattili (Gucci e Ralph Lauren Collection).
Abbandonate per sempre le cupe sfumature di grigio, sui colori non si scherza. Anche in questo caso il matrimonio d’altri tempi è la perfetta fusione è realizzata da bianco e nero, in viaggio tra un film noir, possibilmente in pelle (Givengy by Riccardo Tisci) e ghiacciaie polari (Sportamax).
Le forme degli abiti privilegiano le linee maschili (prediletta da Giorgio Armani), che diventano dandy (con Miu Miu) fino all’iperfemminile di una vita strizzata ed enfatizzata (Rocco Barocco e Luisa Beccaria).
Non si rinuncia anche per la prossima stagione ad un must di quella passata: cappe e mantelle o cappotti oversize, mono o doppiopetto (Max Mara). Ritroviamo i motivi orientaleggianti (Valentino); i tre pezzi immancabili nel guardaroba, giacca, gonna e pantaloni, (rivisitati da Chanel); le pellicce naturali (Alviero Martini Prima Classe) e quelle tinte arcobaleno o che non temono il colore (Versus).
L’input primordiale dell’eleganza resta: farsi notare, con stile personale, senza dare troppo nell’occhio.

Gabriella Lax

2 thoughts on “Moda all’insegna dei contrasti

  1. Personalmente noto che sempre più persone ostentano e cercano di mettersi in evidenza

    Chi ha classe, non deve ostentare niente.

    Non dare nell’occhio, come riportato in fondo all’articolo, credo che sia fondamentale.
    Fa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...